.
Annunci online

George
Blog per..male


Diario


1 marzo 2005

Minority report

"Una crudeltà sproporzionata nei confronti di persone immature".Ecco , forse , perchè la tv francese ha deciso di non mandare in onda il lamento di Florence Aubenas.Per una pena di morte che va , una che viene




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 23:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2005

Ve lo meritate Sharon

Una sinistra che ha dovuto, costretta dagli avvenimenti, archiviare l’orco Sharon e rivedere i suoi giudizi. Contrordine compagni, da un po’ di tempo è il grido che si leva da quelle parti. C’è chi lo fa con serietà e chi no. Fra i primi Peppino Caldarola che, non da oggi, segue con attenzione lo sviluppo delle vicende mediorientali, una delle rare voci della sinistra italiana che, largamente inascoltata, ha sempre rimproverato alla sua parte la cecità di fronte al terrorismo e alle responsabilità della dirigenza palestinese. Fra gli altri, la palma va senza ombra di dubbio a Furio Colombo, che ha diretto, dopo la sua ricomparsa in edicola, l’Unità, uno dei giornali maggiormente responsabili della disinformazione e del consolidarsi del pregiudizio antisraeliano nell’area della sinistra moderata. La sua lettera aperta all’ambasciatore Ehud Gol,dopo la contestazione violenta all’università di Firenze, colma di espressioni di solidarietà e di rimproveri alla sinistra che non aveva capito il cambiamento, è il massimo dell’ipocrisia. Dopo aver propinato odio verso Israele ai suoi lettori, fra i quali vanno annoverati sicuramente gli studenti fiorentini, dopo averli nutriti di informazione a senso unico, di demonizzazione del falco Sharon, ecco che, a direzione dell’Unità perduta, Colombo scopre finalmente la verità. E rimprovera gli altri, mica se stesso, lui che è stato in questi quattro anni di intifada l’esempio più significativo di quelli che vengono chiamati cattivi maestri.
Angelo Pezzana - «Contrordine l'orco sharon diventa una star»




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 22:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2005

The very trash

http://www.forza-italia.it/speciali/insulti.pdf
- “... ha speso non si sa bene quanto per diventare più bello, e il risultato è sotto gli
occhi di tutti: una palla da biliardo in doppiopetto, per giunta triste, molto triste…. le cuciture, forse eccessive, sembrano aver ridotto la bocca, magari nella speranza di ridurre anche le corbellerie che di solito ne escono... Non vorremmo che alla prima missione internazionale anche a Berlusconi partisse un occhio in volo, gli schizzasse via un orecchio. . .” (Travaglio, 24 gennaio 2004)

Un premier criticabile ce l'hanno tutti.
Ma una stampa che chiama politica i suoi mal di pancia a mio avviso solo noi.
Perchè l'anomalia italiana non sta nel parrucchino di Berlusconi.Ma nei parrucconi come Travaglio.




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2005

Io sto con la Fallaci

E mentre nelle more della Ciriello  il primo proponente  , il Ciriello di An appunto , e poi gran abiuratore della medesima viene giudicato "fuori tempo massimo"col suo nuovo progetto di testo in materia , e l'ineffabile Violante riapparendo dopo il silenzio assordante prequirinalizio  , fallito definitivamente l'appeasement con la destra per un suo seggio bipartisan alla Consulta , stupisce il dibattito politico cianciando di eccessivo lassismo per una legge che manda ai ferri i ladri di polli , vien fuori d'urgenza la questione laticlavio , spentosi Luzi.Vittorio Feltri , stamane sul suo giornale, ha lanciato la candidatura di Oriana Fallaci.Sarebbe un peccato se questo nominativo venisse bocciato per una mera , atroce , questione di libertà d'opinione.Quelle della Fallaci.




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 13:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2005

Come galline

Aristocratiche e operaie, sprovvedute e combattive, fragili o audaci, motivate o inconsapevoli, le donne di Rosenstrasse scoprirono la solidarietà occupando il marciapiede a due passi da Alexanderplatz, davanti all'ufficio amministrativo della Comunità ebraica dove le SS avevano condotto i loro mariti - ma anche fratelli, figli, cognati o semplici conoscenti -, tutte loro mogli "ariane" di coniugi ebrei o madri di ebrei "mezzosangue". Per due   settimane, in centinaia, stettero lì, ad aspettare. Prendendosi a braccetto per farsi coraggio, o camminando avanti e indietro "come galline > spaventate", racconta una delle protagoniste. Talvolta gridando con forza: "Ridateci i nostri mariti", "Ridateci i nostri figli", oppure tacendo spaventate. Finché i famigliari - oltre un migliaio - furono rispediti a casa, senza vittime né spargimenti di sangue.

Nina Schröder, Le donne che sconfissero Hitler (traduzione di Paola Quadrelli, Pratiche editrice)




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 0:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>  
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Mailing list
Socrate libero
Ultra
Scripta
Rive gauche
Blogging for blogging
Conversazioni con Nemo
Siamo tutti curdi?No
Occhio a George
Dalla parte del torto al moralmente inferiore
Free Barghouti
Besame Giuda
Se questa è una pena
Doctor J

VAI A VEDERE

Giornalettismo
Arsenale Antifascista
Em.ma
Syd Barrett
LaBlogspia
Carmilla
Radicali
Ricordiamocene
Cecenia sos
Il sig.Gallo
Zanna-da leggere
Dinamico trio
Insolitacommedia
Daw
Dandy
Miele
Rolli
Europa
Edoneo
Camillo
Ghirone
Oiraid
Panther
Bella Ciao
Il Salotto
Harry
Eremo Eretico
Liblab
Azione parallela
Watergate
Olifante
LottaContinua
Fetish
Comunitarismi
M


 
Dedicated to Mr. Arnold Layne








TEPPISMO BLOGGHISTICO GRATUITO
"Erotismo dialettico "by Tequila

L'impotenza della sinistra nei '70 si chiama Lotta armata.
Oggi , Marco Travaglio
.







IL POLITICO DELL'UTRI E' SEMPRE CREDIBILE DI PER SE'


L'UOMO DELL'UTRI HA DIRITTO DI VIVERE PIENAMENTE LA PROPRIA INNOCENZA

 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 


LIBRO FIRME A SOSTEGNO DELLA LIBERAZIONE DEL SIG.M.BARGHOUTI

Firmate per la liberazione del sig. Marwan Barghouti
Nome e cognome : **
Il mio recapito è : **
Il mio messaggio è : **
Commento:
This message is private

 

Barghouti:free or not free
Siete d'accordo con la liberazione di Marwan Barghouti ?

Si
No
Si , ed il perchè lo allego nei commenti
No , ed il perchè lo allego nei commenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poll
Eutanasia:si / no

Vivere soffrendo per i vivi
Vivere soffrendo per Dio(e derivati)
La morte è una libera opinione come qualsiasi altra
La morte è mia e la gestisco io
La vita è tua ma la gestisco io,che ti amo


Current Results

 

 

 

 


 

andykaufman@libero.it

Garantismo selvaggio , dalla parte del torto