.
Annunci online

George
Blog per..male


Diario


3 marzo 2005

La Verità e le basette, o del Mazzabubbù

Omen , hai postato un articolo di Travaglio definendolo bellissimo.Un articolo nel quale si dicono tante cose belle,da dito nella piaga per intendersi.

Che Polito ha le basette lunghe e non è un vero giornalista , il Riformista viene definito "Il Riformatorio" ed in un paese serio non dovrebbe neanche uscire in edicola perchè vende appena tremila copie.

In un paese serio(la caserma dell'ayatollah Travaglio probabilmente) non han diritto alla parola sulla libertà d'informazione gli ex ministri,le ex spie della Cia e persino le ex portavoce di Bertinotti come la Armeni.

Che quest'ultima , lamentandosi pacatamente per l'opposizione urlata e da fruttaroli (Travaglio style,consentitemi) dell'Unità , sia di per se stessa , per una opinione che hanno tra l'altro molti nei Ds -Fassino in primis , una venduta e serva al soldo del Potere.

Lui,invece,l'anima bella , il puro Travaglio lo fa non per soldi,che schifo,e non perchè sia attiguo al contesto Unità,lui è un destrorso.

Lui lo fa per la Verità.Armeni , la compagna che svolge il suo lavoro affianco alla Bestia immonda Ferrara , è per questo una collaborazionista repubblichina degna di esser chiamata cagna da salotto.Lui,il fascista che prende il ventisette dal giornale della sinistra , è il nostro Eroe purissimo e bianchissimo come una Madonna del mercatino.

Com'è che scrisse quando sembrava vicina la concessione della Grazia per Adriano Sofri ? Ah si..

Che il buon Sofri avrebbe dovuto,uscito dal carcere,sparire strisciando radente i muri perchè qualcuno avrebbe potuto andarlo a cercare , visto il male che aveva commesso.
 
Da quando ci meritiamo i mazzieri in prima pagina ?



permalink | inviato da il 3/3/2005 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 marzo 2005

Dedicated to Travaglio lonely heart's club band

Travaglio sta alla sinistra come Bombolo sta alla commedia all'italiana.

E'la versione neanche troppo sofisticata dei peti di Vitali nei confronti del cattivo di turno.
Una scorreggia che non fa distinzioni nè analisi.Fa solo puzza.
Provate a leggere cosa ne ha scritto Gloria Buffo della sinistra Ds.
L'Armeni accucciata , quell'altro grasso e calvo , l'altro ancora corrotto e pezzente : questo è il dito nella piaga ?
Sapete chi è che scriveva così ?
Mino Pecorelli su Op.Questo modo di rovesciare bile sulle persone ,senza neanche provarci a ricordarsi della politica e che stai sull'Unità e non sul Candido, è tipico della pubblicistica di destra.Quella che si vendeva di solito insieme ai giornalini porno.
Poi se a voi sta bene perchè aiuta la digestione , perfetto.
Buon prò vi faccia.
Ma che non lo si chiami giornalismo.
Perchè , appunto , rutto libero .




permalink | inviato da il 3/3/2005 alle 9:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Ghost and buster

Alla fine Raffarin s'è arreso.Il primo ministro francese , smentendo di aver mai avuto un canale diretto di comunicazione con i rapitori , ha ceduto alle suppliche ad hoc , via video , della Aubenas richiedendo ufficialmente a Didier Julia , il deputato segugio dei rapimenti oltreconfine , già sdegnosamente respinto e "processato" per le ingerenze all'epoca di Chesnot e Malbrunot , i due giornalisti poi liberati , di stare al gioco ma di squadra questa volta.Visto il filmato e quindi le condizioni dell'ostaggio , date queste premesse siamo , per davvero , ai giorni dell'Acchiappafantasmi .... 




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 17:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Le primarie come la Sierra Madre

In Italia si vive il maggioritario come macedonia .I partiti tendono ad aggregarsi nei Poli come sommatoria delle singole posizioni usandosi l'un l'altro come copertura dei rispettivi segmenti d'elettorato.Ecco quindi che in questa chiave il maggioritario diviene strumento di conservazione perchè mezzo d'immobilismo centrista.Senza il pregio della chiarezza,nè dell'incisività o della stabilità in quanto camera di compensazione fragilissima ed a libitum.

Nel sistema anglosassone invece , dove il maggioritario ha di fatto accorpato la politica e la rappresentanza in due-tre contenitori partito , vi è assunzione di responsabilità per chi vince e per chi perde.La governabilità piena , e senza veti , rende quindi il maggioritario leva ideale di cambiamento.Anche quello più radicale.
Bertinotti,anzichè negoziare dall'esterno con Prodi per un pezzetto di programma , avrebbe potuto scalare l'Unione dall'interno parlando direttamente agli iscritti,grazie alle primarie, per mettersi in condizione di governare il Paese.Senza se e ma.




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Quando eravamo dalla parte della ragione

Roma, 12 novembre 2003
 
Signor Presidente, onorevoli colleghi,
questo è un giorno tragico per l'Italia; è autenticamente un giorno di lutto nazionale. Siamo solidali con le Forze armate, ci inchiniamo di fronte alle vittime ed esprimiamo una solidarietà profonda e sincera alle famiglie, non solo alle famiglie di coloro che sono morti, ma anche a quelle degli altri militari italiani impegnati in Iraq, che da oggi vivranno in modo lacerante le ore ed i giorni.

Ma questa, signori del Governo, è l'unica cosa che ci accomuna. Perché questa grande angoscia, che è sicuramente di tutti, si accompagna ad una grande rabbia, ad una collera che non si placa.

Voi dovete rispondere al paese: in nome di che cosa sono morti i nostri soldati? Per quale motivo? Sotto quale bandiera? Perché erano lì, in un paese occupato, dopo una guerra illegittima dal punto di vista del diritto internazionale e in aperta violazione dell'articolo 11 della Costituzione?

Non è tempo di ipocrisie: sono stati mandati allo sbaraglio, dalla maggioranza e dal Governo. Da un Governo che gestisce la politica estera con una superficialità che fa davvero paura, una superficialità che mette tutto il Paese in pericolo.

Decenni di politica estera italiana, decenni di pace e di cooperazione nel bacino del Mediterraneo, nei confronti del mondo arabo, si sono dissolti! Pazienti tessiture di rapporti e di diplomazie, che avevano messo il nostro Paese al riparo dagli attentati e dal terrorismo, sono ormai solo un vago ricordo. I nostri soldati sono stati mandati allo sbaraglio, senza alcuna copertura politico-diplomatica, senza quell'indispensabile rete di intese e di rapporti necessari quando si sta in territorio di guerra.

Ricordate la missione in Libano? Difficilissima: decenni di guerra civile! Ma l'Italia ne uscì a testa alta, con un accresciuto peso internazionale, compiendo una vera missione di pace, perché vi era quella rete di rapporti, di diplomazie.

Oggi, tutto è cambiato! Oggi, la politica estera di questo Governo è quella delle cene nelle ville della costa Smeralda, delle canzoni di Apicella, delle pacche sulle spalle, degli ammiccamenti e della totale subalternità all'Amministrazione americana, a Bush!

Il nostro ruolo internazionale è pari a zero.

Nell'Iraq vi è il caos più totale, con il rischio dell'estensione del conflitto ad altre zone, come dimostrano le sanzioni decise dagli Usa nei confronti della Siria. Tutto è sfuggito al controllo. Nel frattempo, in Palestina, non vi è stato alcun passo in avanti e, anzi, prosegue la costruzione del muro della vergogna.

È il fallimento completo di una politica estera fondata sulla guerra e sulla cancellazione del diritto internazionale.

Purtroppo si sono verificate, oggi, le più fosche previsioni! Avevamo chiesto, disperatamente chiesto, di non mandare alcun uomo italiano in Iraq, come hanno fatto altri Paesi che non sono certo nemici degli Stati Uniti, come la Francia e la Germania. Avevamo chiesto, ben prima dell'attentato, molto prima dell'attentato, che il nostro contingente venisse ritirato. Invece, addirittura ne è stato prolungato il mandato.

Oggi, indipendentemente dalla immane tragedia che si è consumata a Nassiriyah, voi avete un solo dovere: riportare subito i nostri soldati, sani e salvi, in Italia! Non perché c'è stato l'attentato, ma perché questa guerra è un orrore infinito, un orrore inutile, che anzi alimenta le ragioni dei terroristi.

Voi, signori del Governo, siete politicamente, moralmente responsabili. Se il vostro fosse un Governo degno di questo nome, vi sareste presentati dimissionari in Parlamento! Ma non lo siete, perché non rappresentate l'Italia e la sua ansia di pace, di convivenza tra i popoli, il suo largo e convinto desiderio di serenità.

Voi, signori del Governo, vi dovreste soltanto vergognare.

On.Oliviero Diliberto,Camera dei deputati

Il coraggio di far strame della "normalizzazione".

E' una dichiarazione di voto.La mia.

Greco

°°°

All'epoca di Nassyria , mi son schierato per il ritiro immediato delle truppe italiane.Che non c'è stato.Che non è mai stato possibile.Senza alternative , si sceglie di trarre il meglio da ogni situazione.La permanenza delle truppe come deterrente ad una sanguinaria guerra civile e come volano e tramite per poter , esercitando pressione politica e civile sugli occupanti , contrattare una democrazia effettiva , reale , migliore .Conforme al promesso status quo.E' così che saltano davvero i tavoli dei bluff.

Je ne regrette rien.

 




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 13:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Il linguaggio del senso

 

 

L'unica rivoluzione possibile.




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 13:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Il Travaglio della sinistra-Solidarietà alla compagna Ritanna

Ritanna Armeni è una brava giornalista di sinistra.Intelligente , moderata , tollerante.

Ha una colpa : lavora in tv con Giuliano Ferrara.Questo la rende degna di subire un attacco personale di inaudite proporzioni e gravità.Perchè perpetrato sul giornale della sinistra per eccellenza.Dal sig. Marco Travaglio viene definita complice attiva dei pestaggi a mezzo video del suo collega di conduzione.La compagna Armeni è colpevole di collusione col nemico e merita la gogna . A casa sua , proprio sull'organo principale e storico della sinistra .
Le liste di proscrizione degli untori , con le motivazioni più futili , proprio sul giornale di un illustre proscritto come Antonio Gramsci.
Solidarietà alla compagna Ritanna ed a tutti noi.Che meritiamo ben altro che i rancorosi epigoni di Silla.




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 11:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Tribunali della nazione

Esiste in Siria un foro speciale , il "Tribunale per la sicurezza dello Stato " , un organismo , incostituzionale a detta di molti giuristi , che dispensa condanne al carcere duro di natura e motivazione "politica" sulla base di sistematiche torture.L'interesse nazionale siriano,come ad esempio non avere attività politica delle minoranze etniche nel paese (come i curdi) che impetrano spesso e volentieri solo il rilascio della cittadinanza e dei diritti ad essa connessi , viene così soddisfatto per via giudiziaria.Come avveniva nel fascismo italiano con il Tribunale dei Gramsci e dei diversi "antiitaliani".Contrari ad ordine e morale pubblica della nazione.Che noi scriviamo in minuscolo.




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 8:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Insieme appassionatamente

Fa discutere in Inghilterra la proposta del Ministro Clarke di ridurre le Guantanamo british , ovvero le detenzioni , illegali , senza processo nè prove per i sospetti di terrorismo , in domiciliari coatti.Ammorbidendo dunque così l'abuso.O riducendo , in realtà , il contenzioso con la magistratura britannica che ha bocciato severamente la versione inglese del Patrioct Act.E che ha preteso , nelle more del dibattito/trattativa , di poter avere l'ultima parola in caso di ricorso alla misura detentiva.Trentotto ribelli han comunque votato contro nelle aule del Parlamento.Tony Blair del Labour contro ...la sinistra del Labour.Roba che in Italia ci facevano 10,100,1000 Livorno.




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 0:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 marzo 2005

Basta poco

WWW.CENTOMOVIMENTI.COM - 1 MARZO 2005
Caro Travaglio, ora basta!
PIERO RICCA
Tu hai scritto che Ritanna, ex ufficio stampa di Bertinotti e attuale partner di Giulianino Barba Rossa e Anima Nera, sta tranquilla "sulle ginocchia di Ferrara a tener ferma la vittima di turno mentre l'altro mena". Vergogna!
Uno: usare metafore è vietato nei Paesi civili, dove la Libertà è di Casa. E tu non puoi non saperlo.
Due, sulle ginocchia di Ferrara, Dio mio, chi mai ci vorrebbe stare, anche in senso figurato?...

°°°
Certo che in Italia basta poco per far diventare realtà quel che si desidera.
Bastano quattro cialtronate colorite per rendere un mezzofascio come Travaglio l'antitesi catartica , a sinistra , di Ritanna Armeni.Che è una compagna , di pacata intelligenza , dal solo torto di lavorare senza pregiudizi o paure di contagiare e perdere la propria professionalità. 




permalink | inviato da il 2/3/2005 alle 0:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>  
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Mailing list
Socrate libero
Ultra
Scripta
Rive gauche
Blogging for blogging
Conversazioni con Nemo
Siamo tutti curdi?No
Occhio a George
Dalla parte del torto al moralmente inferiore
Free Barghouti
Besame Giuda
Se questa è una pena
Doctor J

VAI A VEDERE

Giornalettismo
Arsenale Antifascista
Em.ma
Syd Barrett
LaBlogspia
Carmilla
Radicali
Ricordiamocene
Cecenia sos
Il sig.Gallo
Zanna-da leggere
Dinamico trio
Insolitacommedia
Daw
Dandy
Miele
Rolli
Europa
Edoneo
Camillo
Ghirone
Oiraid
Panther
Bella Ciao
Il Salotto
Harry
Eremo Eretico
Liblab
Azione parallela
Watergate
Olifante
LottaContinua
Fetish
Comunitarismi
M


 
Dedicated to Mr. Arnold Layne








TEPPISMO BLOGGHISTICO GRATUITO
"Erotismo dialettico "by Tequila

L'impotenza della sinistra nei '70 si chiama Lotta armata.
Oggi , Marco Travaglio
.







IL POLITICO DELL'UTRI E' SEMPRE CREDIBILE DI PER SE'


L'UOMO DELL'UTRI HA DIRITTO DI VIVERE PIENAMENTE LA PROPRIA INNOCENZA

 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 


LIBRO FIRME A SOSTEGNO DELLA LIBERAZIONE DEL SIG.M.BARGHOUTI

Firmate per la liberazione del sig. Marwan Barghouti
Nome e cognome : **
Il mio recapito è : **
Il mio messaggio è : **
Commento:
This message is private

 

Barghouti:free or not free
Siete d'accordo con la liberazione di Marwan Barghouti ?

Si
No
Si , ed il perchè lo allego nei commenti
No , ed il perchè lo allego nei commenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poll
Eutanasia:si / no

Vivere soffrendo per i vivi
Vivere soffrendo per Dio(e derivati)
La morte è una libera opinione come qualsiasi altra
La morte è mia e la gestisco io
La vita è tua ma la gestisco io,che ti amo


Current Results

 

 

 

 


 

andykaufman@libero.it

Garantismo selvaggio , dalla parte del torto